© WichitS / istockphoto, 2016

Gli impianti di distribuzione e le macchine per caffè possono essere integrate molto facilmente nel proprio sistema di cassa GASTROFIX. Offriamo le seguenti interfacce per questi settori:

  • Supporto per tutti i comuni controlli di mescita
  • Protocollo E, protocollo Addimat, protocollo Universal-Credit
  • Minori fonti d’errore
  • Più tempo per i propri ospiti
  • Elevato livello di automazione
  • Tutti i protocolli supportano la procedura di credito

INTERFACCE GASTROFIX PER IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE

Nota:

poiché non tutte le interfacce sono disponibili in tutti i Paesi, restiamo a disposizione per una consulenza in merito alla rispettiva disponibilità.

SISTEMI PER IL CONTROLLO DI MESCITA

Gastrofix Dispenser

A partire da luglio 2013 GASTROFIX supporta i seguenti protocolli per il settore gastronomico ai fini del controllo di mescita. Ne sono un esempio tra l’altro:

  • le macchine per caffè
  • l’erogatore
  • le macchine per cocktail

Questi sono utilizzati in numerosi ristoranti. In linea di principio, si distinguono due procedure di connessione fra sistemi di cassa e sistemi POS con impianti di distribuzione

PROCEDURE DI CREDITO PER IL CONTROLLO DI MESCITA

Con la procedura di credito molto diffusa nel settore della gastronomia, tutti gli articoli forniti con l’impianto di distribuzione o con la macchina del caffè generano un cosiddetto “credito nell’impianto di distribuzione”. Questo significa che solo l’esatto articolo precedentemente inserito nella cassa e per il quale sia stato emesso lo scontrino può essere anche asportato dall’ impianto di distribuzione. Un esempio: un cameriere prenota tre tazze di caffè sul sistema GASTROFIX con l’ausilio di un iPad o iPod touch. A questo punto è possibile ricevere esattamente tre tazze di caffe dalla macchina per caffè. Successivamente, l’emissione viene di nuovo bloccata.

PROCEDURA DI ADDEBITO PER IL CONTROLLO DI MESCITA

La procedura di credito presuppone necessariamente che il sistema di mescita disponga della possibilità di identificazione del cameriere (codice cameriere) e di un Numpad per l’inserimento del numero della tavola. In questo caso, le ordinazioni vengono infatti prese direttamente a livello dell’impianto di distribuzione e trasmesse al sistema di cassa. L’impianto di distribuzione lavora per così dire come cassa autonoma – questo richiede una complessa installazione ed esige necessariamente una comunicazione multipla. GASTROFIX supporta attualmente solo la procedura di credito.

CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA

Quasi tutti gli impianti di distribuzione funzionano ancora con interfacce seriali (RS232). Per questo motivo il cosiddetto Intelligent-Device-Server di GASTROFIX è necessario come “convertitore” fra il mondo LAN/W-LAN e il protocollo RS232.

Suddetto “Intelligent-Device-Server di GASTROFIX” viene comandato dal sistema di cassa come una stampante per scontrini supplementare. Tutti gli articoli che devono essere abilitati attraverso questo server per l’impianto di distribuzione collegato o per la macchina per caffè devono essere abbinati al server come stampante per scontrini supplementare.

Tabella di conversione: dal codice PLU al codice articolo

Spesso i codici PLU degli articoli dell’impianto di distribuzione e i codici dei prodotti dell’impianto di distribuzione non sono identici. Nel sistema di cassa GASTROFIX (più esattamente con il Device-Server) è pertanto possibile trasformare i codici PLU GASTROFIX nei codici articoli dell’impianto di distribuzione attraverso una tabella di conversione 1:1 (per esempio: 130 = 75, ovvero il codice PLU 130 viene segnalato all’impianto di distribuzione come abilitazione al credito per il codice articolo 75). Nel caso in cui un determinato codice articolo non sia contenuto nella tabella di conversione, il codice PLU viene comunicato senza modifica (ossia 1:1) all’impianto di distribuzione.

Manutenzione remota

Gli Intelligent-Device-Server GASTROFIX sono calcolatori autonomi con un proprio IP (con il quale vengono comandati anche come “stampante per scontrini”) e possono essere comandati in qualunque momento attraverso una speciale procedura VPN da parte del personale tecnico di GASTROFIX e possono così essere modificati (anche attraverso un qualunque firewall o router).

OFFERENTI/PROTOCOLLI SUPPORTATI

GASTROFIX supporta i seguenti offerenti/protocolli (ultimo aggiornamento: settembre 2017):

PROTOCOLLOUTILIZZATO DA
NOTA
Protocollo E
Impianto di distribuzione, WMF
Solo credito
Protocollo Addimat
Addimat AG, Svizzera
Solo credito
Protocollo Universal-Credit
Drinkotec (noto in passato come: Hartec)
Solo credito
(non è necessario alcun Intelligent-Device-Server)

Nota: spesso vi sono diversi “dialetti” per un protocollo standard. Talvolta, il numero complessivo comprende tre cifre, altre volte ne esige quattro. Talvolta si richiede un codice macchina fisso, talvolta deve essere omesso. Spesso neppure il personale tecnico in loco sa quale formato venga richiesto esattamente dall’impianto di distribuzione e si deve ricercare il formato corretto attraverso prove.

Integrazione del controllo del banco al sistema di cassa: sempre un piccolo progetto

L’installazione di un impianto di distribuzione comporta già di per sé del lavoro non indifferente. Per l’integrazione al sistema di cassa è necessaria la presenza in loco sia di un tecnico del produttore di impianti di distribuzione sia un tecnico GASTROFIX, al fine di collegare questi due sistemi molto diversi l’uno dall’altro e per testare gli stati di abilitazione. Inoltre viene di solito effettuato in questa sede anche l’adattamento e il controllo dei codici PLU delle casse al codice articolo dell’impianto di distribuzione (questo significa per esempio che per ogni articolo da abilitare deve essere emesso almeno uno scontrino e il prodotto deve essere preso dall’impianto di distribuzione).
Per ogni erogatore/macchina da caffè si deve prevedere un lavoro di almeno quattro ore per il personale tecnico.

Componenti necessari per ogni impianto di distribuzione

Possono essere eventualmente attivati in successione più erogatori, come per esempio:

  • Intelligent-Device-Server GASTROFIX (LAN/W-LAN)
  • Imposta per il software interfaccia per impianti di distribuzione

SIETE PRONTI PER GASTROFIX?